"Siamo vere immagini della Madonna" Madre Mazzarello

12 maggio 2022

2015%20-%20Torino%20(7)_edited.jpg

 

Ricorre oggi la festa di Maria Domenica Mazzarello, che esortava con queste parole le figlie del suo Istituto: "Siamo vere immagini della Madonna".

 

La devozione mariana di Maria D. Mazzarello si concretizza in una tensione a rivivere in sé il mistero di Maria, a modellarsi sulla sua fisionomia spirituale, a riprodurla in sé, a incarnarla misticamente in sé. "Siate devotissime di Maria Vergine, nostra tenerissima Madre, imitate le sue virtù, specialmente l'umiltà, la purità e la ritiratezza. Se così farete ve ne troverete contente in vita e in morte."

 

A Maria affida la guida delle sue figlie: "L'uffizio di Priora o sorelle mie, è tanto lontano dai miei pensieri, quanto io sono lontana dal meritarlo. Appunto per questa mia debolezza io non voglio essere Priora del Monastero, fuorché di nome. La vera Priora sarà la Madonna che vi sta dinanzi" tanto da avere l'abitudine di lasciare ogni sera le chiavi della casa ai piedi della statua di Maria Ausiliatrice.

 

Nell'amore per le giovani e per il loro bene, nelle modalità educative suggerite dalla Mazzarello, nelle raccomandazioni alle stesse ragazze, si scorge la "matrice mariana" che formò interiormente e pedagogicamente tanto lei come don Bosco e che li rese "presenza di Maria" in mezzo ai giovani. Desiderava per sé e per tutte le superiore delle case il comportarsi da sorelle e madri capaci di ispirare confidenza.

 

Invochiamo Maria Ausiliatrice, per intercessione di Maria Domenica Mazzarello, a conformarci sempre di più a Lei per avvicinarci sempre di più a Suo Figlio e chiediamo il dono di tante sante vocazioni!