Benedizione con l'invocazione di Maria Ausiliatrice composta da San Giovanni Bosco

maria-ausiliatrice-1.jpg

La benedizione con l'invocazione di Maria Ausiliatrice fu composta da S.Giovanni Bosco ed approvata dalla Sacra Congregazione dei Riti il 18 maggio 1878. E' il sacerdote che può benedire. Ma anche i Religiosi, le Religiose e i laici, consacrati dal Battesimo, possono usare la formula di benedizione e invocare la protezione di Dio,  per intercessione di Maria Ausiliatrice, sui propri cari, sulle persone ammalate, ecc. In particolare la possono usare i genitori per benedire i loro figli ed esercitare la loro funzione sacerdotale nella famiglia che il Concilio Vaticano II ha chiamato "Chiesa domestica".

G: Il nostro aiuto è nel nome del Signore.
A: Egli ha fatto cielo e terra.
Tutti: Ave Maria,..
Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova; e liberaci da ogni pericolo, o sempre Vergine gloriosa e benedetta.
G: Maria aiuto dei cristiani.
A: Prega per noi.
G: Signore ascolta la mia preghiera.
A: E il mio grido giunga a te.
G: Il Signore sia con voi.
A: E con il tuo spirito.

Preghiamo.
O Dio, onnipotente ed eterno, che per opera dello Spirito Santo hai preparato il corpo e l'anima della gloriosa Vergine e Madre Maria, perchè divenisse una degna abitazione per il tuo Figlio: concedi a noi, che ci rallegriamo per il suo ricordo, di essere liberati, per sua intercessione, dai mali presenti e dalla morte eterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.

La benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo discenda su di voi (te) e con voi (te) rimanga sempre. Amen.