top of page

Brillare, ascoltare e non temere

Cari amici,

abbiamo vissuto un'estate ricca con eventi importanti per la Chiesa Universale come la GMG di Lisbona e anche di avvenimenti inattesi e importanti per la nostra Famiglia Salesiana, come la nomina a Cardinale del Rettor Maggiore Don Angel voluta da Papa Francesco, nomina che verrà ufficializzata nel concistoro del 30 settembre.

Tanti eventi e insieme tanti doni che il Signore dispensa al suo popolo in cammino, attraverso lo Spirito Santo e la mediazione di coloro che si mettono con fiducia e disponibilità al suo servizio.


Papa Francesco nell'omelia del 6 agosto alla Giornata Mondiale della Gioventù ha indicato ai giovani come percorrere la loro strada nel mondo e nel quotidiano attraverso tre parole: brillare, ascoltare e non temere.


Brillare perché - dice il Papa - "oggi noi abbiamo bisogno di un po’ di luce, di un lampo di luce che sia speranza per affrontare tante oscurità che ci assalgono nella vita, tante sconfitte quotidiane, per affrontarle con la luce della risurrezione di Gesù. Perché Lui è la luce che non tramonta, è la luce che brilla anche nella notte"


Ascoltare perché "tutto quello che c’è da fare nella vita sta in questa parola: ascoltatelo. Ascoltare Gesù. Tutto il segreto sta qui…Perché Lui ha parole di vita eterna per noi, Lui rivela che Dio è Padre, è amore. Lui ci indica il cammino dell’amore"


Non avere paura perché "a voi che a volte pensate di non farcela – un po’ di pessimismo ci assale a volte –; a voi, giovani, tentati in questo tempo di scoraggiarvi, di giudicarvi forse inadeguati o di nascondere il dolore mascherandolo con un sorriso; a voi, giovani, che volete cambiare il mondo – ed è un bene che vogliate cambiare il mondo – e che volete lottare per la giustizia e la pace; a voi, giovani, che ci mettete impegno e fantasia nella vita, ma vi sembra che non bastino; a voi, giovani, di cui la Chiesa e il mondo hanno bisogno come la terra della pioggia; a voi, giovani, che siete il presente e il futuro; sì, proprio a voi, giovani, Gesù oggi dice: “Non temete!”, “Non abbiate paura!”.


Queste parole indirizzate ai giovani sono uno spunto per tutti noi e come Famiglia Salesiana ci indicano anche come vivere la nomina a Cardinale del Rettor Maggiore Don Angel. E' un'occasione come figli e figlie di Don Bosco per brillare di speranza, un avvenimento da vivere ascoltando la volontà del Signore e la sua parola e infine affidandoci senza aver timore, ringraziando il nostro Rettor Maggiore per la disponibilità e la sua obbedienza.


Abbiamo da poco vissuto la memoria di San Massimiliano Kolbe che nei suoi scritti ci ricorda "Dio è tutto: solo lui è infinito, sapientissimo, clementissimo Signore, creatore e Padre, principio e fine, sapienza, potere e amore. Tutto ciò che esiste fuori di Dio ha valore in quanto si riferisce a lui, che è creatore di tutte le cose, redentore degli uomini, fine ultimo di tutte le creazioni. Egli ci manifesta la sua volontà e ci attrae a sé attraverso i suoi rappresentanti sulla terra, volendo servirsi di noi per attrarre a sé altre anime e unirle nella perfetta carità. Considera, fratello, quanto è grande, per la misericordia di Dio, la dignità della nostra condizione. Attraverso la via dell'obbedienza noi superiamo i limiti della nostra piccolezza, e ci conformiamo alla volontà divina che ci guida ad agire rettamente con la sua infinita sapienza e prudenza. Aderendo a questa divina volontà a cui nessuna creatura può resistere, diventiamo più forti di tutti".


E sempre San Massimiliano ci ricorda come farci aiutare da Maria nel nostro cammino: "Tutte queste cose le otterremo più facilmente per l'intercessione della Vergine Immacolata che Dio, nella sua bontà, ha fatto dispensatrice della sua misericordia. Nessun dubbio che la volontà di Maria è la stessa volontà di Dio. Consacrandoci a lei, diventiamo nelle sue mani strumenti della divina misericordia, come lei lo è stato nelle mani di Dio. Lasciamoci dunque guidare da lei, lasciamoci condurre per mano, tranquilli e sicuri sotto la sua guida. Maria penserà a tutto per noi, provvederà a tutto e allontanando ogni angustia e difficoltà verrà prontamente in soccorso alle nostre necessità corporali e spirituali".


Allora preghiamo per Don Angel e il suo nuovo servizio nella Chiesa, mentre come Famiglia Salesiana ci prepariamo a vivere questo nuovo anno pastorale, che ci condurrà al IX Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice di Fatima di cui presto saranno aperte le iscrizioni.

Post recenti

Mostra tutti
LogoAdma2015PayoffADMA-OnLine_edited.png
bottom of page